Per fare buone …

Per fare buone foto basta una macchina qualunque. Più molti film. Più moltissimi libri. Più qualche viaggio con gli occhi ben aperti, molta musica e un sacco di curiosità. Senza questi ultimi ingredienti, tutti i vostri mega obiettivi, le super reflex e tutti i corsi e i workshop saranno inutili. Strumenti perfetti per buoni tecnici ignoranti.

Max De Martino

Annunci

The shooting experience: il ritratto, fare molto con poco.

ImmagineSabato 15 e Domenica 16 Marzo terrò, con l’amico Junio (www.intermodo.net), un workshop dedicato al ritratto. L’idea è quella di dare ad ognuno dei massimo 10 partecipanti la formazione sufficiente per poter imparare a gestire un modello o una modella anche non professionista (altrimenti è troppo facile), poter impostare un piccolo studio casalingo a bassissimo costo, sia in luce continua che in luce flash e spiegare quali siano gli schemi di illuminazione da utilizzare in base all’effetto che si vuole ottenere. Vogliamo spiegare quali siano le attrezzature migliori (macchine, obiettivi e luci) per ottenere risultati ottimi e di qualità elevata. La giornata di sabato sarà dedicata, dalle ore 14, allo scatto. La domenica invece sarà destinata alla parte di scelta delle immagini e di fotoritocco dedicato al ritratto. Avremo a nostra disposizione, naturalmente, per la giornata di sabato, una Make Up Artist professionista e una splendida modella.
L’evento è in collaborazione con Fujifilm, che metterà a disposizione macchine e obiettivi dedicati al ritratto e con Antigua Steak House and Bar. Per ogni informazione max@maxdemartino.com

Fotocamere e pentole

20140213-095213.jpg

Tempo fa, in una cena a Londra con alcuni amici e una persona che non conoscevo, parlando del più e del meno, viene fuori che faccio il fotografo. L’amica sconosciuta, peraltro molto simpatica, mi chiede di vedere qualcosa. Per abitudine giro con un iPad mini con un portfolio. L’amica, molto colpita dalle immagini, dice “Che belle! Si vede che hai delle macchine professionali!”.
Prima di uscire, concordiamo tra noi sul fatto che abbiamo mangiato bene… Io, all’amica dico “si vede che hanno delle pentole professionali!”.
Scoppiano tutti in una fragorosa risata e finisce lì.
Troppo spesso in fotografia si tende a dare valore all’oggetto con cui si scatta. Certo, per alcuni tipi di fotografia é necessaria attrezzatura specifica, ma ogni compatta, oggi, ha una qualità almeno pari alle macchine con cui i grandi della fotografia scattarono alcune foto iconiche del ‘900.
Nello scatto qui sopra, preso ad Agadez, c’è un uccellino che guarda fuori dall’immagine, come a tentare di non guardare il mare di sacchetti di plastica che circondano e soffocano la città. In questi giorni sono come lui. Non voglio vedere il mare magnum di tecnologia e sto scattando con una polaroid del 1968 e una macchina a foro stenopeico. E pellicole Fuji. A breve vi mostrerò i risultati.
Uscite e fotografate!

Il primo matrimonio al mondo scattato con una Fuji X-T1

English readers, you can read this article from the wonderful guys of Mirrorlessons.

Immagine

Chi mi conosce sa che sono, storicamente, un fotografo Nikon.

Continua a leggere Il primo matrimonio al mondo scattato con una Fuji X-T1